Come funziona Uber Eats e perché è diverso da Movylo

come funziona Uber Eats

Sintesi dei contenuti

Come funziona Uber Eats? Lo sanno bene 81 milioni di utenti in 45 paesi. In Italia ad oggi sono 378 le città che offrono il servizio di consegna a domicilio di Uber Eats. Sono oltre 6000 le città in tutto il mondo.

Il mercato del food delivery è in continua espansione Bloomberg Second Measure ha previsto che continuerà a crescere fino al 2028 con un tasso del 10,8% annuo. Non stupisce che siano numerosi i players che si contendono il mercato e l’attenzione dei consumatori: Just Eat, Glovo, Deliveroo, Movylo sono alcuni dei servizi che aiutano i ristoratori a gestire le consegne a domicilio, cercando di integrare quanti più servizi possibile per rendere la propria offerta più innovativa e attraente.

Di Just Eat, Glovo e Deliveroo abbiamo già parlato in altri post per cui è possibile leggerli ai rispettivi link. Vediamo ora come funziona Uber Eats e come sfruttarlo a vantaggio dei ristoratori. Trattandosi di un servizio a pagamento si può infatti pensare di utilizzarlo principalmente per intercettare nuovi clienti, e abbinarne l’utilizzo a servizi come Movylo più concentrati nella gestione e valorizzazione dei clienti già registrati, in modo da incentivarli a tornare più spesso. Perché pagare a Uber Eats una percentuale su una consegna ad un cliente che già conosce il locale e lo seleziona fra gli altri, specie se si dispone di fattorini propri?

Uber Eats come ordinare

Per ordinare su Uber Eats è possibile usare sia il sito web sia l’app disponibile per dispositivi Apple e Android su cui è possibile monitorare dove si trova il fattorino che porta la consegna.

Sulla App di Uber Eats per ogni ristorante è possibile trovare informazioni come:

      • i giorni, le fasce orarie di apertura e le informazioni di contatto

      • le valutazioni del ristorante, i commenti e le recensioni

      • il tipo di cibo servito e il menu

      • eventuali offerte disponibili

      • il tempo necessario alla consegna

    Uber Eats accetta pagamenti cashless, senza contanti. Si può pagare tramite carta di credito/debito, PayPal, Google Pay e Apple Pay.

    Come funziona Uber Eats per i ristoranti

    Per diventare partner di Uber Eats un ristorante deve registrarsi sulla piattaforma e caricare il proprio menu.

    ->  Come funziona Glovo e perché è diverso da Movylo

    I clienti troveranno il ristorante e faranno il proprio ordine attraverso l’app o il sito di Uber Eats.

    Il ristorante riceve l’ordine, l’accetta e inizia a preparare il pasto.

    Ogni ristorante può gestire in autonomia le consegne a domicilio o utilizzare la flotta di rider che Uber Eats mette a disposizione.

    Per iniziare a vendere su Uber Eats sono necessari solo pochi giorni, poi dipenderà da quante sedi possiede il ristorante e qual è il volume degli ordini online settimanali e mensili.

    Quanto costa Uber Eats per i ristoranti?

    Per diventare partner di Uber Eats un ristorante deve pagare l’attivazione del servizio una tantum che include la ricezione del kit di benvenuto comprensivo di tablet, software per il ristorante e un servizio fotografico professionale per i piatti del menu da iniziare a vendere. In più per ogni ordine online ricevuto attraverso la piattaforma il ristorante riconoscerà una percentuale variabile a Uber Eats.

    Le percentuali per gli ordini di Uber Eats sono tre e variano in base alla visibilità che viene offerta.

    La tariffa più bassa è del 15% e prevede che il cliente cerchi già il nome del ristorante sulla piattaforma di Uber Eats ed effettui l’ordine. SI tratta quindi di clienti che già conoscono il ristorante e sanno cosa vogliono ordinare per cui vanno direttamente a cercarlo.

    Il secondo step prevede una percentuale per ordine maggiore da riconoscere a Uber Eats. In cambio il ristorante verrà mostrato fra i risultati di ricerca, in modo da aumentare le probabilità che un cliente possa ordinare dal lui.

    Il terzo step prevede il riconoscimento di una percentuale ancora superiore, siamo intorno al 30%, legato ad una visibilità e promozione maggiore. Il ristorante verrà infatti mostrato fra i primi risultati nelle ricerche dei clienti in modo da avere più possibilità di essere selezionato.

    Movylo vs Uber Eats per ordinare cibo online

    Ora che abbiamo siegato come funziona Uber Eats e quanto è popolare, possiamo preoccuparci di come sfruttarlo a vantaggio del proprio ristorante per attrarre nuovi clienti. Per gli altri casi Movylo è l’app per ordinare cibo online più adatta. Non c’è infatti alcun bisogno di ricoscere una percentuale del 15% su ogni ordine ricevuto da clienti fidelizzati, che già conoscono un ristorante e il suo menu e desiderano soltanto ricevere a casa i propri piatti preferiti, tanto più se non è necessario ricorrere ai fattorini di Uber Eats, perché già si è in grado di consegnare a domicio ai propri clienti.

    ->  Ristorazione: opportunità dal lockdown

    Un servizio come Uber Eats è utilissimo per raggiungere e trovare nuovi clienti, sta poi al ristoratore trasformare questi clienti in abituali. Per farlo il primo passo è farli registrare alla propria lista di clienti per poterli ricontattare successivamente e proporre nuovi acquisti. E questo è esattamente quello che fa Movylo.

    Movylo app per ordinare cibo

    Movylo, come servizio per le realtà locali offre un’app per ordinare cibo a domicilio che gestisce anche:

        • gli ordini ricevuti e pagati online per il ristorante.

        • il flusso delle consegne a domicilio (il ristorante gestisce i fattorini, mentre l’app riceve l’ordine, lo registra e passa al ristorante che l’accetta e inizia a preparare il cibo per poi passarlo in consegna al fattorino, che lo porterà al cliente che l’ha ordinato).

        • le prenotazioni dei tavoli / dei pasti

        • il programma fedeltà

        • le campagne marketing per fidelizzare i clienti e farli tornare più spesso ad acquistare.

      Tutto questo senza necessità di pagare una percentuale su ogni ordine. I ristoranti possono costruire la propria lista di clienti da contattare nuovamente, senza dover rimanere fermi ad aspettare. Il pilota automatico invierà loro messaggi in automatico che li incoraggerà a tornare.

      Di questo argomento abbiamo parlato nel post App consegne a domicilio: Movylo

      Movylo è disponibile in abbonamento mensile. Ci sono 4 piani progressivi basati sulle dimensioni della lista di clienti registrati, che si dovrà gestire. I piani sono disponibili a questo indirizzo, il prezzo è personalizzato e si può chiedere direttamente una quotazione facendosi contattare da un consulente marketing di movylo.per ordina

      ->  Come funziona Just Eat?

      Come funziona Movylo in tre livelli

      In pratica Movylo si compone di tre livelli che consentono di attivare il motore delle vendite per far tornare i propri clienti ad acquistare più spesso. In che modo funziona Movylo? Lo vediamo subito.

      1) Costruisci la lista di clienti. Collegando diverse sorgenti di nuovi contatti a Movylo è possibile far crescere la lista clienti. Sono i profili social come Facebook, Google My Business, INstagram, WhatsApp, il sito web e anche il ristorante stesso i generatori di nuovi contatti.

      2) Attiva il pilota Automatico, cioè il motore che genera e invia messaggi destinati ai tuoi clienti, una volta definite le impostazioni iniziali da parte del ristorante. I messaggi inviati non saranno più di 3-4 al mese e conterranno un bonus o un’offerta definita al momento della configurazione dal ristoratore.

      I messaggi saranno simili ai seguenti:

      Ehi [nome del cliente] grazie per aver mangiato da noi. Per te che hai apprezzato la nostra cucina abbiamo riservato un buono sconto di XX€ per la tua prossima cena.

      Grazie [nome del cliente] per aver condiviso la tua opinione con altre persone, sappiamo che hai degli ottimi gusti. Qui per te un bonus di xx€ per la tua prossima cena con un partner, valido fino a xx.

      Per tutte le occasioni quali compleanni, ricorrenze ed eventi il Pilota Automatico invierà messaggi ai consumatori con un bonus come ricompensa per aver scelto, consigliato, interagito con il ristorante. I bonus li decide il ristoratore durante la confugurazione e possono essere aggiornati e modificati in qualsiasi momento.

      3) Il terzo e ultimo livello sono le vendite e la loro misurazione. Mvylo offre report dettagliati per tutte le funzionalità attive e permette di controllare in tempo reale l’andamento delle promozioni inviate, dei programmi fedeltà attivi e delle vendite realizzate, sia presso il ristorante, riscattando i bonus, sia online, tramite il sito e l’app di Movylo.